Introdotta una stampante 3D autoreplicante

Le tecnologie di stampa 3D promettono che un giorno saremo in grado di stampare prodotti dai negozi in pochi minuti senza uscire di casa. Ma cosa succede quando le stampanti possono stampare da sole? Boots Industries ha deciso di scoprire e sviluppare una stampante in grado di stampare i propri componenti.

La stampante è stata denominata BI V2.0 ed è una piattaforma aperta con la capacità di espandere le proprie capacità. Il design del dispositivo è realizzato nello stile dei robot delta, sviluppato negli anni '80: tre leve collegate a un telaio con uno spazio di lavoro al centro. Questo layout consente una stampa ad alta precisione e ad alta velocità.

Come già accennato, la caratteristica principale di BI V2.0 è la sua capacità di autoreplicazione. Poiché la stampante può stampare solo parti in plastica, non è in grado di riprodurla completamente. Tuttavia, può facilmente creare copie dei componenti principali, rendendo il processo di stampaggio dei suoi cloni abbastanza veloce.

La stampante è controllata da un controller LCD integrato che consente all'utente di controllare manualmente la stampante e impostare impostazioni di velocità o temperatura più precise, se necessario.

Boot Industries afferma che la sua stampante 3D è completamente sviluppata, ma continua a raccogliere fondi su Kickstarter per completare il progetto. Il kit di base ha attualmente un prezzo di $ 685.