I manifestanti anti-sorveglianza durante il picchetto hanno scansionato i volti di 13.000 residenti di Washington

Tre attivisti del gruppo recentemente creato “Diritti digitali. Fight for the Future "(" Diritti digitali. Lotta per il futuro ") con le telecamere montate sulla testa ha tenuto un insolito picchetto sui gradini del palazzo del Congresso degli Stati Uniti (Washington, DC). Di conseguenza, in poche ore hanno filmato i volti di 13.740 persone.

Lo scopo dell'azione è costringere i legislatori ad adottare misure per vietare i sistemi di riconoscimento facciale utilizzando telecamere a circuito chiuso, che, secondo il vicedirettore del gruppo, Evan Greer, "viola in maniera massiccia i diritti umani fondamentali".

In particolare, tra i manifestanti "scansionati" c'erano 25 lobbisti, 7 giornalisti e un membro del Congresso del Partito Democratico californiano, Mark Desolnier.

Infine, gli attivisti del picchetto hanno invitato tutti nella zona di Capitol Hill giovedì a caricare le loro foto sul sito web del Congresso Fight for the Future Scan per ritrovarsi nelle foto scattate durante l'azione. ... Il team garantisce che dopo due settimane cancellerà tutte le immagini e i dati biometrici raccolti durante il picchetto.