L'India ha escogitato un modo ingegnoso per gestire i clacson delle auto

L'India è il secondo stato più popoloso dopo la Cina con numerose gigapoli densamente popolate che hanno enormi problemi di trasporto. Il fatto è che in condizioni di caos completo sulla carreggiata, i conducenti preferiscono esprimere le proprie emozioni non sempre positive con l'aiuto dei clacson, il che rende la situazione su strada ancora più insopportabile.

La polizia della città di Mumbai ha avuto un'idea interessante per contrastare l'inquinamento acustico. Riguarda principalmente i conducenti in piedi agli incroci davanti ai semafori. Poiché molti di loro hanno fretta da qualche parte, esprimono la loro impazienza nel solito modo, con l'aiuto dei segnali acustici.

La polizia locale ha dichiarato guerra a questo teppismo acustico sperimentando sensori acustici sui pali vicino agli incroci nel novembre-dicembre dello scorso anno. D'ora in poi, se il livello di rumore supera gli 85 decibel, la luce rossa semplicemente non diventa verde.

L'esperimento è stato condotto per 15 minuti al giorno in diversi importanti crocevia della città. Un portavoce della polizia di Mumbai ha detto alla CNN che il nuovo metodo sarà testato anche in 10 località il prossimo mese. In caso di successo, verrà distribuito in tutta la città.

Tipico esempio di traffico stradale indiano