Sony configura Airpeak per costruire i propri droni

Sony ha deciso di sfruttare il fatto che le autorità statunitensi hanno espulso il marchio cinese DJI dal loro mercato e di occupare questa nicchia. Airpeak, un nuovo quadricottero heavy-duty progettato per spostare la cinepresa mirrorless professionale Alpha, è stato presentato al CES. Non è una macchina autonoma, ma parte di un nuovo programma Sony che mira a fornire sofisticati servizi di riprese video.

Gli ingegneri dell'azienda sono riusciti a rendere il drone non troppo grande - 60 cm di diametro. Ha un corpo massiccio, alberi dell'elica rinforzati e due scomparti per pacchi batteria pesanti. Le lunghe gambe in carbonio si sollevano automaticamente dopo il decollo e si trasformano in paraurti laterali in modo che l'auto non sbatta contro un ostacolo quando si sposta lateralmente.

Uno stabilizzatore universale per una telecamera pendente è installato sotto il fondo del quadricoptero. Il dispositivo stesso ha anche telecamere: diverse lungo il perimetro per l'orientamento a terra, oltre a una telecamera del pilota controllata. Ovviamente, sono necessarie due persone per un lavoro a tutti gli effetti: il pilota sta guidando il quadricottero e l'operatore sta filmando il video attraverso la telecamera pendente.

Altri dettagli non sono stati ancora forniti, ma Sony ha dichiarato che intende implementare in questo progetto tutte le loro best practice nel campo della robotica e dell'intelligenza artificiale.