Il lago Maracaibo in Venezuela riceve migliaia di fulmini all'ora

Il luogo in cui il fiume Catatumbo sfocia nel lago Maracaibo in Venezuela è elencato nel Guinness dei primati come non ha eguali in termini di numero di fulmini. Per 260 giorni all'anno, qui infuriano tempeste che colpiscono la superficie del lago con una media di 28 fulmini al minuto. Per un anno, questa cifra aumenta a 1, 2 milioni di fulmini, che possono essere visti fino a una distanza di 400 km.

Esistono diverse versioni di un fenomeno naturale così unico. Secondo uno di loro, i forti venti, che spazzano la superficie del lago di Maracaibo, formano nuvole che impediscono alle creste delle Ande di spostarsi ulteriormente. I sostenitori di un'altra versione associano un'elevata attività temporale a paludi piene di metano.

In effetti, la natura nella zona del lago di montagna è unica a modo suo. Le montagne qui intrappolano il calore portato dagli alisei dei Caraibi. Sopra il lago si verifica una collisione di masse di aria calda con il fresco della montagna, a seguito della quale si formano nuvole piene di potenti temporali.

I temporali sono una sorta di biglietto da visita del Venezuela. Per molte generazioni di pescatori locali, i temporali meglio di qualsiasi faro hanno illuminato il sentiero nel mare infinito della notte. Nella storia del paese, ci sono diversi casi in cui i fulmini hanno persino impedito le invasioni dei conquistatori.

Così nel 1595, scariche di fulmini appiccarono il fuoco a diverse navi della squadriglia inglese al comando di Francis Drake. E nel 1823, durante la Guerra d'Indipendenza, la flotta spagnola, illuminata da centinaia di fulmini, non osò mai avvicinarsi alla costa.