Premio Nobel per la fisica assegnato al bosone di Higgs

Peter Higgs e Francois Engler

La Settimana del Nobel si sta svolgendo a Stoccolma e Oslo in questi giorni. E oggi sono diventati noti nuovi vincitori del Premio Nobel in fisica. Erano Peter Higgs e François Engler, che predissero l'esistenza di una particella molto importante - il bosone di Higgs, come fu successivamente chiamato.

Negli anni '60 del secolo scorso, Peter Higgs e François Engler giunsero alla conclusione che esiste una particella speciale che fornisce la massa di tutte le altre particelle elementari. Prende il nome dal fisico britannico Peter Higgs. L'esistenza del bosone di Higgs è stata confermata sperimentalmente lo scorso anno durante i lavori dell'Hadron Collider.

Vale la pena notare che anche Karl Hagen, Tom Kibble, Gerald Guralnick e Robert Braut hanno preso parte allo sviluppo della teoria dell'esistenza del bosone di Higgs, oltre allo stesso Higgs e all'Engler. E la sua esistenza è stata confermata da specialisti del Centro europeo per la ricerca nucleare (CERN).

L'anno scorso, Serge Arosh e David Wineland hanno ricevuto il Premio Nobel per la fisica per le loro tecnologie innovative per la manipolazione dei sistemi quantistici. Per essere più precisi, hanno sviluppato un modo per determinare lo stato quantistico delle singole particelle senza distruggerle.