Un'installazione per il trattamento del cancro verrà creata a Obninsk 10 volte più economica degli analoghi stranieri

Presso il Medical Radiological Research Center di Obninsk, sono in pieno svolgimento i lavori per la creazione di un acceleratore di protoni domestico destinato al trattamento dei malati di cancro.

Secondo il vicedirettore del centro, Leonid Zhavoronkov, la novità russa sarà più di dieci volte più economica delle sue controparti straniere. Il costo del complesso è di circa 300 milioni di rubli.

Nel corso del trattamento, un tumore maligno viene "bombardato" da protoni accelerati. Le particelle acquisiscono la massima energia alla fine della loro corsa. Gli specialisti di Obninsk hanno imparato a controllare l'energia dei protoni, creando il massimo nell'area desiderata del tumore con grande precisione e in pochi secondi.

Per confronto, i colleghi stranieri per questo devono interrompere il funzionamento dell'apparecchiatura e riconfigurarla per mezz'ora per la successiva irradiazione.

Al momento, gli scienziati russi hanno già imparato l'irradiazione di organi immobili - la testa, il bacino e altri, e il passo successivo sono gli organi "mobili", in particolare i polmoni.

Il progetto ha già due anni. Viene attuato nell'ambito di un contratto statale con l'assistenza attiva del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa. Entro la fine dell'anno si prevede di completare l'installazione delle apparecchiature e di iniziare le sperimentazioni cliniche.