I ghiacciai artici si stanno riducendo al ritmo di un chilometro all'anno

Secondo gli esperti della NASA, lo scioglimento dei ghiacciai in alcune zone dell'Artico sta diventando irreversibile. Ciò significa che non sono più soggetti a restauro e la loro completa scomparsa è una questione di prossimo futuro. Numerose immagini dallo spazio hanno confermato la situazione disastrosa.

La ricerca mostra che in alcune aree stanno scomparendo a una velocità fino a 1 chilometro all'anno e il ghiacciaio Smith nell'Artico occidentale di 2 km all'anno. Per un decennio e mezzo, le sue dimensioni sono diminuite di 35 chilometri. Ciò significa che in circa 20 anni il volume d'acqua negli oceani del mondo aumenterà di circa 100 miliardi di tonnellate.

Oltre all'aumento del livello dell'oceano mondiale (circa 1 cm), i ghiacciai sciolti contribuiscono ad un forte aumento dell'evaporazione e del volume di condensa, che a loro volta aumentano notevolmente la potenza di acquazzoni, uragani e tifoni distruttivi, che noi osservare regolarmente in varie regioni del pianeta. Un certo numero di noti scienziati ambientali, non senza ragione, ritiene che non sia più possibile cambiare la situazione in meglio e che significative aree di terra finiranno per diventare il fondo del mare.