I fisici russi hanno iniziato a studiare il ghiaccio antartico per il contenuto di elio

Un'installazione per la selezione dell'elio dal ghiaccio antartico è stata creata presso l'Istituto di fisica nucleare di San Pietroburgo. Gli scienziati sperano di estrarre l'elio da un nucleo di ghiaccio estratto da un pozzo profondo più di 3, 7 km, perforato sulla superficie del lago Vostok.

Secondo il capo della spedizione Valery Lukin, due campioni sono già stati estratti dal pozzo dalle profondità di 3, 724 e 3, 728 km. La percentuale di elio nel nucleo di ghiaccio consentirà di determinare quando si è formato il ghiaccio e quanti anni ha l'acqua ghiacciata, per la quale verrà utilizzato il metodo del radioisotopo.

Ottima posizione sul Lago Vostok

È stata completata solo la prima e tecnicamente più difficile fase dello studio: l'estrazione di campioni di ghiaccio per l'elio. La tappa successiva si svolgerà a migliaia di chilometri dal pozzo - nella quiete dei laboratori del St. A.F. Yoffe.

Il lago antartico Vostok è davvero unico. Si trova sotto uno strato di ghiaccio spesso più di 3700 metri. Occupa il 15 ° posto tra i laghi della terra e in termini di dimensioni (50 x 250 km) è paragonabile, ad esempio, alla Repubblica cecena e al Montenegro. La profondità del lago Vostok è di oltre 1200 metri. In volume d'acqua - più di 6340 metri cubi. km - è il settimo al mondo.

Gli esploratori polari russi riescono a superare fino a 2 metri al giorno. Secondo i loro calcoli, resta da camminare un po 'più di 30 metri. La superficie del lago dovrebbe essere raggiunta entro la fine di gennaio.