Come gli smartphone miglioreranno la vita urbana di Singapore

Secondo le statistiche, ci sono 1, 4 smartphone per ogni residente a Singapore. Il progetto, denominato Living Singapore, mira a sfruttare al massimo l'elevata saturazione mobile della città per monitorarne e gestirne la vita in modo più efficiente.

L'obiettivo del progetto, secondo Carlo Ratti, direttore del MIT Senseable City Lab, è organizzare l'enorme quantità di informazioni che passa attraverso milioni di smartphone e creare infrastrutture intelligenti sulla base di essa. A questo proposito Singapore è un laboratorio ideale per le tecnologie di pianificazione urbana.

Essendo impegnati nella ricerca quotidiana delle informazioni necessarie, i residenti della città creano simultaneamente feedback tra loro, le loro azioni e la città. Ad esempio, il monitoraggio dell'utilizzo dei telefoni cellulari consente di tracciare il movimento delle persone e determinare in tempo reale i luoghi di maggior congestione.

Il controllo del movimento di persone e veicoli durante le forti piogge tropicali, la qualità dell'aria e la temperatura non è meno importante per Singapore. Con la congestione delle auto e l'uso massiccio di condizionatori d'aria in alcune aree, possono formarsi punti caldi, che influiscono negativamente sul clima urbano.

La serie di informazioni elaborate e sistematizzate diventerà la base per lo sviluppo di applicazioni che aiuteranno i residenti della metropoli a sentirsi più a loro agio nella loro città natale.