Gli scienziati siberiani scoprono come si è formato l'Artico

La formazione dell'attuale Artico va avanti da oltre un miliardo di anni. Ma questo è ben lungi dall'essere l'unico risultato ottenuto dagli scienziati di Novosibirsk, che rappresentano l'Università statale locale e l'Istituto di geologia del petrolio. Secondo uno dei leader della ricerca, D. Metelkin, in un lontano passato, l'Artico era diviso in due parti.

L'età del primo è di circa 1 miliardo di anni. Dopo circa 250 milioni di anni, si "incrinò" e si divise in più parti. Passò un altro mezzo miliardo di anni prima che si formasse la leggendaria Pangea, un supercontinente formato dalla fuga e riunito, ma già in una nuova configurazione di parti della terra.

E poi tutto si è ripetuto, e di nuovo c'è stata una "scissione" che è felicemente sopravvissuta fino ad oggi sotto forma dei famosi arcipelaghi della Russia settentrionale, comprese le regioni settentrionali della Chukotka e dell'Alaska.

La scoperta è stata preceduta da 2 decenni di intense ricerche. Durante questo periodo, gli scienziati russi sono riusciti a penetrare i segreti dell'antico campo magnetico, che ha lasciato il segno sulle strutture delle rocce quando la loro formazione era appena iniziata.