I sismografi sono stati utili per decifrare i dettagli dell'esplosione del deposito di munizioni

I sismografi sono stati originariamente progettati per misurare la forza delle scosse. Ma, come si è scoperto, possono essere utilizzati per misurare il livello di varie fluttuazioni, come il ruggito dei tifosi nello stadio o le esplosioni di munizioni.

Gli specialisti militari si sono interessati alle nuove capacità dei sismografi, che hanno imparato con il loro aiuto, dalla natura della detonazione, a determinare il tipo di munizioni o arma. E una nuova direzione è apparsa nella scienza forense: la sismologia forense.

In un nuovo studio, i sismologi hanno parlato di come sono stati in grado di utilizzare un sismografo convenzionale per identificare le munizioni esplose in uno degli arsenali di Baghdad nel 2006.

Uno dei coautori dell'articolo, Michael Vissession, e la sua controparte irachena, Gassan Alekabi, hanno raccolto e sistematizzato i dati dal disco rigido di un sismografo situato vicino al deposito di munizioni.

Confrontando i dati ottenuti con le registrazioni e le testimonianze oculari, è stato possibile scoprire che la causa dell'esplosione al magazzino era un attacco di mortaio e la detonazione di due auto minate. Il sismografo è stato persino in grado di registrare il volo dell'elicottero sulla scena.

Gli scienziati sono fiduciosi che tale analisi aiuterà i servizi speciali in futuro a determinare con precisione e rapidità il luogo e la causa di grandi esplosioni e prevenire possibili attacchi terroristici.