La NASA ha iniziato a sviluppare una varietà di patate marziane

Gli esperti della NASA stanno conducendo esperimenti per sviluppare una varietà di patate, che, probabilmente, nel prossimo futuro, i primi coloni marziani saranno piantati sul Pianeta Rosso.

La ricerca è condotta in collaborazione con il Lima International Potato Center. Per gli esperimenti, su 4000 varietà, ne sono state selezionate 40, che si sono rivelate le più immuni a condizioni estreme, anche lontanamente somiglianti a quelle marziane.

Queste varietà sono coltivate esclusivamente sulle Ande, dove il clima è caratterizzato da forti cali di temperatura, terreno roccioso e deficit di umidità. Diverse dozzine di varietà geneticamente modificate erano in grado di sopravvivere con una quantità minima di umidità ed erano resistenti ai virus.

Requisiti molto severi sono imposti alla futura patata marziana: non solo deve crescere bene, ma anche moltiplicarsi attivamente. L'esperimento sarà condotto nella pampa di La Jolla del deserto di Atacama, una delle regioni più aride del pianeta. Secondo i leader del progetto, si avvicina di più all'ambiente marziano. Gli scienziati prevedono di piantare fino a 100 kg di patate. La ricerca può richiedere da 2 a 5 anni.

Il deserto di Atacama rispetto a Marte?

L'astrobiologo peruviano Julio Silva, partecipante al progetto, non nasconde il suo ottimismo:

“Siamo quasi completamente sicuri che molte delle varietà di patate che abbiamo selezionato avranno successo. Oltre alla missione su Marte, questo aiuterà a risolvere il problema della fame nei paesi in cui le persone devono vivere in condizioni climatiche sfavorevoli ".