Gli scienziati hanno sviluppato un microscopio speciale per studiare il mondo sottomarino

Gli scienziati del Cribs Institute dell'Università della California, San Diego, hanno sviluppato un microscopio con un sistema di imaging completamente nuovo per studiare i processi che si verificano sul fondo del mare su scala millimetrica.

Con il suo aiuto, i ricercatori hanno già osservato le cosiddette guerre di corallo per territorio tra gli abitanti delle barriere coralline. Il fatto è che molti processi biologici nell'oceano avvengono su microscala e non è sempre possibile ripeterli in condizioni di laboratorio, per non parlare di studio.

Per colmare questa lacuna, l'oceanografo Jules Jaffe e il suo team hanno creato un nuovo tipo di microscopio subacqueo, il BUM, che può essere utilizzato per studiare la vita dei microrganismi sottomarini in natura.

Il BUM è costituito da un computer da immersione e da un'unità di acquisizione delle immagini. Le caratteristiche del dispositivo consentono la visualizzazione di oggetti in mare con una risoluzione di quasi micron. Il dispositivo ha una lente con un elevato fattore di ingrandimento.

Lungo il perimetro del microscopio, ci sono luci a LED per attivare i processi di fluorescenza in alcune creature marine. L'obiettivo stesso assomiglia all'occhio umano. Basta cambiare il focus e le strutture investigate appariranno in 3D.