L'abilità del fotografo ha permesso di distinguere creature mitiche tra le onde del mare

Fotografo dell'anno 2018 assegnato a Rachel Talibart per la sua fotografia intitolata Nyx (Nyx, aka Nyukta, Ancient Goddess of the Night). L'immagine monocromatica colpisce con una combinazione di onde nitide e dettagliate e un velo sfocato di spray, da cui potrebbe davvero nascere una creatura ultraterrena. La fotografia appartiene all'ultima e più famosa serie di opere di Talibart chiamata Sirens.

In qualità di fotografa professionista, Rachel Talibart ha impiegato molto tempo a venire. Nel 2000 ha lasciato il suo noioso lavoro di avvocato per dedicarsi alla fotografia e nel 2008 è passata completamente alla fotografia digitale. I lavori per la serie Sirens sono iniziati nel 2016, a Newhaven Beach, nell'East Sussex. Talibart va letteralmente a caccia di tempeste: il solito maltempo non consente agli elementi di schiarirsi abbastanza da dare origine a un capolavoro.

Riguarda la velocità, il vento e le onde, nonché le capacità dell'attrezzatura del fotografo. Talibart utilizza lenti telescopiche e un otturatore ultrarapido, con una velocità di attivazione di 1/1000 di secondo. Se il tempo lo favorisce, riesce a cogliere l'attimo in cui il vento disperde l'acqua e spruzza a un livello di movimento che sfugge all'occhio comune. E in questo momento viene creata una foto unica, che ha la possibilità di essere inclusa nella lista dei Sony World Photography Awards.

"A volte le onde del mare sono più belle che spaventose, ma più spesso è vero il contrario", afferma il fotografo. Non controlla il processo, si sente sempre insignificante testimone di un grande movimento e dimostrazione della potenza di un mare selvaggio e sfrenato. E l'amore per la mitologia e le culture antiche aiuta a dare significato alle fotografie di questo processo ea dare loro caratteristiche personali.