I chimici di Novosibirsk hanno trovato un sostituto per il platino

Fino ad oggi, il platino è stato il principale catalizzatore nelle celle a combustibile. Nonostante tutti i suoi pregi, è purtroppo un metallo molto costoso. Ad esempio, gli elettrodi con platino rappresentano i 2/3 del costo dell'intera cella a combustibile.

I chimici dell'Università statale di Novosibirsk si sono posti l'obiettivo di trovare un sostituto economico per il metallo nobile. Si è rivelata una soluzione di cobalto-iridio ottenuta utilizzando un metodo molto efficace: la termolisi di un doppio sale metallico complesso. La nuova tecnologia consente di ottenere una soluzione metallica molto più velocemente di prima, in poche ore anziché in mesi. Il composto finito non è in alcun modo inferiore al suo costoso predecessore: il platino, pur essendo la metà del prezzo e avendo una maggiore durata.

Le celle a combustibile sono fonti di energia promettenti con un'efficienza impressionante (dal 55%). Differiscono anche per il tempo di funzionamento illimitato, soggetto alla fornitura tempestiva di carburante e ossidante. Per la formazione di una reazione chimica sugli elettrodi, è necessario un catalizzatore, che è il platino.