Come il cambiamento climatico sta riducendo l'energia eolica

Il nostro pianeta si sta riscaldando: purtroppo è un fatto compiuto. La combustione di combustibili fossili inonda l'atmosfera di anidride carbonica, che crea un effetto serra che intrappola il calore vicino alla superficie terrestre.

Per combatterlo, i paesi e le società energetiche hanno recentemente investito attivamente in fonti pulite di energia eolica e solare. Tuttavia, come riportato dal Washington Post, due studi recenti hanno rilevato che l'energia eolica si sta indebolendo a causa dei cambiamenti climatici.

Come si è scoperto, con il riscaldamento globale, i flussi di vento cambiano. Pertanto, nel corso del primo studio, è diventato ovvio che la velocità del vento stava diminuendo nella maggior parte dell'emisfero settentrionale, a seguito della quale i parchi eolici negli Stati Uniti, in Europa e in Cina diminuiranno la loro efficienza nel prossimo decennio.

Il secondo studio ha mostrato una diminuzione della produzione di energia dai parchi eolici in Cina negli ultimi decenni. Ad esempio, l'intensità dei venti che alimentano le centrali elettriche nella Mongolia interna e nella provincia del Gansu è diminuita del 15% dal 1980.

Il vento è una conseguenza del fatto che il Sole "fornisce" quantità diverse di energia termica a diverse parti del nostro pianeta. Le correnti d'aria dalle aree con calore in eccesso si spostano dove è più freddo, creando vento. Il cambiamento climatico sta sconvolgendo l'equilibrio naturale, riducendo la velocità dei flussi d'aria.

Ma anche nonostante questi processi negativi, l'energia eolica non perderà la sua importanza nel prossimo futuro, rimanendo una delle fonti rinnovabili più efficienti ed economiche. Ora, l'umanità deve lavorare ancora di più per ridurre la sua dipendenza dai combustibili fossili.