Che cos'è "superblood" e quali benefici può portare all'umanità

L'ambiziosa e ambiziosa startup Rubius Therapeutics ha recentemente messo insieme tre pilastri di un progetto di successo. Questo è il denaro di grandi investitori per un importo di $ 120 milioni, un team di scienziati, medici e manager, oltre a circa $ 100 milioni in donazioni da primi clienti interessati. Il risultato dovrebbe essere una tecnologia per creare "superblood" - un rimedio quasi universale per il trattamento di molte malattie.

Il concetto di superblood si basa sul metodo esistente di utilizzare i linfociti T per migliorare la risposta immunitaria del corpo umano. Se, invece di un linfocita, prendi un eritrocita e gli aggiungi una proteina altamente specializzata, quindi introduci queste cellule modificate nel sangue di una persona, riceverà una cura per una malattia specifica. Ad esempio, può compensare la mancanza di alcuni enzimi e curare il lupus, il diabete di tipo 1 o alcune forme di cancro.

Ci sono tre vantaggi di "superblood". In primo luogo, ti permette di fare solo con agenti biologici, senza l'uso di sostanze chimiche nocive o sintetici. In secondo luogo, meno dell'1% del sangue del paziente deve essere sostituito per il trattamento e il suo corpo non riceverà alcun effetto diverso da quello programmato. In terzo luogo, per generare un farmaco è sufficiente un donatore con il primo gruppo sanguigno e Rh negativo, dal cui biomateriale si possono ricavare migliaia di dosi per persone diverse.

C'è esattamente uno svantaggio della tecnologia "superblood": non esiste ancora. La startup Rubius Therapeutics nasce con l'obiettivo di sviluppare il concept e creare i primi veri campioni della sostanza, oltre a condurre ricerche che dimostrino o smentiscano la fattibilità di questo tipo di trattamento.