La DARPA cerca di rallentare l'orologio biologico per salvare la vita dei feriti sul campo di battaglia

Quando si tratta di essere gravemente feriti sul campo di battaglia, i minuti sono il fattore decisivo. A questo proposito, l'Agenzia per lo sviluppo avanzato DARPA sta intraprendendo un programma per studiare come la biologia molecolare può rallentare la velocità dei processi all'interno dei biosistemi. Ciò amplierà le possibilità di recupero con successo dei feriti dopo lesioni gravi.

Il programma è stato chiamato "Biostasis". Il fatto è che tali processi si verificano in natura, ad esempio nella tigre e nelle rane della foresta. Questi animali sono in grado di cadere in uno stato di criptobiosi - disidratazione dei tessuti in condizioni sfavorevoli prolungate. Allo stesso tempo, il metabolismo nei loro corpi è vicino allo zero, il che consente loro di sopravvivere.

Quindi, ad esempio, le raganelle catturate dal gelo possono letteralmente "congelare" per diversi giorni, e dopo il riscaldamento ritornano al loro stato normale.

Un altro esempio sono i tardigradi (tardigrada), piccoli invertebrati di dimensioni fino a 1, 5 mm con la capacità unica di sopravvivere nelle condizioni più difficili. Possono resistere a temperature da –272 a +150 ° C. Non hanno paura del vuoto, della gigantesca pressione dell'acqua a una profondità di oltre 4000 metri, oltre ad essere senza cibo e acqua per molto tempo. In uno studio, gli scienziati dell'Università di Harvard hanno concluso che è possibile che i tardigradi vivranno per vedere la "morte" del sole.

Questi animali hanno meccanismi di sopravvivenza diversi, quindi è probabile che i ricercatori della DARPA si concentrino sulla capacità complessiva del corpo di "attivare i freni" selettivamente su specifici processi molecolari a livello di proteine. Allo stesso tempo, tutti i processi del corpo devono "rallentare" in modo armonioso, evitando disturbi quando si ritorna alla "velocità" normale.

La biostasi toccherà innanzitutto semplici processi biochimici associati, ad esempio, alla formazione di anticorpi. Ulteriori ricerche si sposteranno sulle cellule e poi sui sistemi dell'intero organismo.