La nuova tecnica di immunoterapia ha curato la paziente di cancro al seno allo stadio terminale

La rivista Nature Medicine ha recentemente pubblicato i risultati di uno studio in cui i medici sono stati in grado di curare una paziente con carcinoma mammario avanzato in fase terminale. Per questo, è stato utilizzato un metodo sperimentale di immunoterapia, a seguito del quale i tumori sono scomparsi in poche settimane e per quasi 2 anni il paziente è stato in completa remissione.

Questo trattamento è una forma migliorata della cosiddetta immunoterapia adattativa. La sua essenza sta nel fatto che prima vengono raccolte le cellule immunitarie umane, dopodiché vengono introdotte in esse le molecole che riconoscono il cancro. Nella fase finale, queste cellule "armate" vengono introdotte nel corpo di un malato di cancro, dove penetrano nei tumori e li distruggono.

In una fase iniziale della ricerca, sono sorti alcuni problemi: la tecnica era efficace solo in alcune forme di cancro, in particolare nelle malattie oncologiche epiteliali. Di solito portano a mutazioni minori, fondamentali per la programmazione delle cellule immunitarie per distruggere i tumori maligni.

Nonostante i risultati incoraggianti, la ricerca è in una fase iniziale e potrebbe continuare fino al 2023, quindi è troppo presto per parlare di un uso clinico diffuso: potrebbero volerci decenni.

L'anno scorso, l'immunoterapia adattativa è stata approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense. Sfortunatamente, questo metodo di trattamento non sarà disponibile per tutti. Ad esempio, diversi giovani pazienti affetti da cancro del sangue, il trattamento è costato quasi mezzo milione di dollari.