L'idrogel curativo può aiutare a sbarazzarsi del cancro della pelle senza chemioterapia

I ricercatori americani hanno condotto una serie di esperimenti per testare un nuovo concetto per il trattamento del cancro della pelle. Come il melanoma, una forma mortale di cancro, che spesso diventa evidente solo quando l'effetto sul sistema linfatico è già iniziato. Questo processo può essere ritardato o addirittura interrotto con l'aiuto di una potente chemioterapia, ma l'intero corpo dovrà essere stressato, mentre il fulcro della malattia è in bella vista.

Quando un tumore è nascosto nelle viscere del corpo, la domanda non si pone nemmeno, ma se le cellule tumorali sono proprio sulla pelle, allora è possibile sviluppare una tecnica che le ucciderà dall'esterno e non dall'interno ? Sì, puoi: scienziati americani stanno sperimentando varie modifiche dell'idrogel come base per agenti chemioterapici. In realtà, questa è una specie di unguento con "veleno anti-cancro" - il paclitaxel è stato usato come sostanza di lavoro.

Una dose di tossina è stata avvolta in un guscio di tensioattivo e quindi rivestita con diversi strati di fosfolipidi. La combinazione risultante è in grado di penetrare in più strati della pelle e arrivare rapidamente alle cellule tumorali. Durante l'esperimento con i roditori, per evitare metastasi all'interno del corpo, i ricercatori, insieme a impacchi esterni, hanno iniettato anche questa sostanza.

Nel corso degli esperimenti, una combinazione di iniezioni con l'uso di unguenti ha fornito il doppio dell'effetto di sopprimere le cellule tumorali rispetto alle semplici iniezioni di una sostanza chemioterapica. Questo è tutt'altro che una panacea e non si parla ancora di sviluppare mezzi simili per le persone. Ma si può già immaginare un futuro in cui, invece di andare in ospedale per una chemioterapia estenuante e dolorosa, sarà possibile cavarsela con un ciclo di unguenti a casa.