La ricerca mostra che gli aerei in volo aumentano seriamente le precipitazioni

Migliaia di aerei che sorvolano la Terra ogni giorno contribuiscono in modo significativo alle emissioni di CO2 che inquinano l'aria. Ma la loro influenza sul clima non si limita a questo. Un nuovo studio ha dimostrato che gli aeroplani ripetutamente, a volte 10 volte, aumentano l'intensità delle precipitazioni nella regione.

Tutto è iniziato quando Dmitry Moiseev, ricercatore presso l'Università di Helsinki, ha attirato l'attenzione sulle stranezze dei dati radar: ammassi di nubi molto strette e fasce sono diventate fonti di pioggia e nevicate più abbondanti rispetto a grandi schiere di nubi. La loro posizione ha fornito un indizio del problema: la vicinanza all'aeroporto Vantaa di Helsinki.

Per scoprire la dipendenza del livello di precipitazione sugli aeroplani in aria, i ricercatori hanno studiato i dati conservati all'università per 10 anni. Hanno confrontato i dati con le registrazioni storiche della traiettoria di volo e hanno scoperto che nella maggior parte dei casi l'aereo è passato entro 2-10 km dalle nuvole registrate.

Come si spiega questo? Contrariamente alla credenza popolare, l'acqua può essere in forma liquida ea temperature inferiori a 0 ° C, in determinate circostanze. Le gocce d'acqua si trasformano in ghiaccio più velocemente se ci sono punti per la sua cristallizzazione, ad esempio particelle di polvere. E nelle nuvole, dove la quantità di impurità è piccola, le gocce d'acqua possono rimanere liquide fino a -40 ° C.

Questo stato può essere mantenuto fino a quando l'aereo che passa "li scuote". Quando il rivestimento passa attraverso la nuvola di goccioline super raffreddate, la variazione della pressione dell'aria le congela. Inizia un'intensa reazione a catena e l'acqua cade sotto forma di precipitazione, ripetendo il percorso dell'aereo in volo.