Questo insolito microbo può diventare un supporto dati "eterno"

Un esperimento è stato avviato presso l'Università di Harvard senza una data di completamento specificata, poiché è potenzialmente misurato in millenni. L'autore dell'idea è l'artista e filosofo Joe Davis, che crede di aver trovato il candidato ideale per il ruolo di eterno portatore di dati. Ha registrato due array di informazioni nel DNA del microbo Halobacterium salinarum, la cui sicurezza controllerà per diversi anni consecutivi per assicurarsi che il vettore sia stabile.

L'idea di Davis non è nuova; in passato sono già stati effettuati esperimenti sulla conservazione di quantità arbitrarie di informazioni nel DNA di vari organismi viventi. Ma ogni volta che gli scienziati sono arrivati ​​a un vicolo cieco: la vita è mutevole per natura, gli errori si accumulano nella molecola di DNA, si verificano mutazioni e la sicurezza dei dati non può essere garantita. E il microbo Halobacterium salinarum, che si è adattato alla vita in soluzioni estremamente salate, offre questa possibilità.

L'Halobacterium salinarum è un archaea che non solo sopravvive in un ambiente salato, ma entra in una sorta di animazione sospesa. Fino a quando la salinità non diminuisce e compaiono i nutrienti, smette di funzionare. In questo momento, il DNA del microbo si replica con una frequenza estremamente bassa, non ci sono condizioni per la comparsa di mutazioni e le informazioni nella molecola possono rimanere invariate per un tempo molto lungo. Ciò è già stato confermato sperimentalmente.

Gli scienziati sanno ancora troppo poco sul metabolismo degli archei per progettare schede di memoria già pronte basate su di essi. Sono necessari anni di osservazione e analisi e per il primo progetto sono stati scelti elementi del racconto popolare russo su Koschey l'Immortale: un modello 3D a forma di ago e uovo, i cui diagrammi sono stati registrati nel DNA del microbo . Gli scienziati hanno posto campioni di portatori di microbi nel sale e verificheranno periodicamente l'integrità dei dati.