Gli odori specifici attivano e disattivano l'accumulo di grasso corporeo

Scienziati americani del Baylor's Huffington Center di Houston hanno stabilito un legame tra la percezione degli odori e il modo in cui il grasso si accumula nel corpo. Sottolineano di non comprendere ancora la natura di questa connessione, ma è ovvio che la dieta e l'odore del cibo non hanno nulla a che fare con esso. La percezione dell'olfatto influisce direttamente sul metabolismo, costringendo il corpo a immagazzinare il grasso in un modo diverso.

Tutto il lavoro è stato eseguito sui vermi C. elegans. Questi vermi hanno solo tre coppie di neuroni olfattivi, quindi è possibile tracciare il passaggio dei segnali attraverso ciascuno. Inoltre, i vermi percepiscono una gamma molto ridotta di odori facili da ricreare. Per fare un confronto, una persona ha 10-120 milioni di coppie di tali neuroni e uno specialista di aromi addestrato riconosce fino a 30.000 odori individuali.

Gli scienziati hanno utilizzato la stimolazione della luce optogenetica per monitorare il funzionamento dei neuroni olfattivi, per controllare il passaggio dei segnali attraverso i circuiti nervosi individuali e le vie neuroendocrine, dove controllano i meccanismi di accumulo di grasso. Sono stati in grado di monitorare i cambiamenti nel funzionamento di questo sistema a seconda dei diversi odori. Gli osservatori sottolineano che i vermi sperimentali mangiavano cibo regolare e che non sono stati registrati cambiamenti nel gruppo di controllo.

La conclusione intermedia dice che ora dobbiamo monitorare non solo ciò che mangiamo, ma anche quali odori ci circondano, se non vogliamo ingrassare o emaciarci. Ma che tipo di odori sono rilevanti per le persone, gli scienziati non possono ancora dire: questo è oggetto di ulteriori ricerche. Non hanno dubbi che i segnali dal cervello e dal sistema nervoso influenzano costantemente il lavoro del tratto gastrointestinale, resta solo da capire i dettagli del lavoro di questo meccanismo.

C. elegans verme. I pixel gialli mostrano tessuto ad alto contenuto di grassi