Cos'è il nitrato di ammonio - la sostanza dietro l'esplosione a Beirut

Secondo il primo ministro libanese Hassan Diab, l'esplosione nel porto di Beirut il 4 agosto con conseguenze catastrofiche è stata di 2.700 tonnellate di nitrato di ammonio immagazzinate nel porto dal 2014 con numerose violazioni.

Il nitrato di ammonio o nitrato di ammonio (NH₄NO₃) viene prodotto sotto forma di piccoli granuli porosi ed è uno dei fertilizzanti minerali più utilizzati al mondo. Allo stesso tempo, in determinate condizioni, diventa un componente degli esplosivi. Cosa è successo il 4 agosto nel porto di Beirut?

Il nitrato di ammonio non brucia da solo. Tuttavia, può rilasciare ossigeno, che accelera la combustione. I granuli di nitrato di ammonio contribuiscono alla creazione di una maggiore concentrazione di ossigeno rispetto all'aria che ci circonda. Questo è il motivo per cui è efficace nella produzione di esplosivi se miscelato con petrolio e altri combustibili.

Nitrato di ammonio

Tuttavia, a temperature sufficientemente elevate, il nitrato di ammonio inizia a decomporsi spontaneamente con la formazione di gas, inclusi ossidi di azoto e vapore acqueo, che hanno provocato l'esplosione.

La decomposizione del nitrato di ammonio potrebbe essere causata da un'esplosione dovuta a un grave incendio vicino al suo sito di stoccaggio, come è avvenuto a Tianjin, in Cina, nel 2015.

Mentre i motivi esatti della tragedia nel porto di Beirut sono sconosciuti, tuttavia, nei fotogrammi pochi istanti prima dell'esplosione, è chiaro che si è verificato un incendio. Quando il nitrato di ammonio esplode, si formano enormi quantità di ossidi di azoto. Uno di questi, il biossido di azoto (NO 2) - un gas con un odore rosso intenso e sgradevole era chiaramente visibile nel filmato al momento dell'esplosione.