Le barriere coralline aiutano a progettare edifici industriali perfettamente ottimizzati

I problemi di utilizzo del suolo nelle aree metropolitane densamente popolate e nei paesi con piccole aree sono così gravi che i progettisti sono pronti a trarre idee da qualsiasi luogo, se funziona. Le barriere coralline sono una di queste fonti di ispirazione per gli architetti. In precedenza pensato come solo una complessa struttura sottomarina, recenti ricerche hanno dimostrato che i coralli, man mano che crescono, si allineano intenzionalmente in configurazioni ottimali per la sopravvivenza del bioma più efficiente.

Il ricercatore Sancho Salcedo dell'Università di Alcala de Henares (Spagna), nel 2013, ha richiamato l'attenzione sui modelli nella struttura dei coralli e ha iniziato a sviluppare algoritmi per la sua modellazione. Come un ufficio o un complesso industriale, una barriera corallina dovrebbe avere posti per ospitare creature viventi grandi e piccole, i loro percorsi, ingressi e uscite, una sorta di sistema di ventilazione e illuminazione. E tutto questo si trova in modo estremamente compatto, perché ci sono pochissimi posti adatti sul fondo del mare o sul pendio di una scogliera. Le barriere coralline ospitano molte specie di creature e nel corso dell'evoluzione i coralli hanno sviluppato un certo meccanismo di pianificazione ideale.

Con l'aiuto dei colleghi dell'Università di Cordoba, Salcedo è stata in grado di sviluppare un sistema di progettazione che crea planimetrie generali e planimetrie per edifici industriali. Tiene conto delle dimensioni dell'attrezzatura, dei prodotti fabbricati, della complessità del loro trasporto tra le officine, del ciclo di produzione, dei requisiti ambientali, del numero di personale, dei requisiti per la sua sicurezza. È possibile impostare un oggetto con l'ottimizzazione in base a un determinato parametro, ad esempio profitto o velocità di lavoro.

L'ultimo sviluppo aggiunge uno strumento di controllo soggettivo all'algoritmo generale. Il programma può decidere che mettere i fabbri in una stanza angusta senza finestre o microlimati è un grande risparmio sui costi. Per evitare ciò, è necessario il controllo da parte del cliente-persona che apporterà le modifiche. Ciò complica il progetto, ma conserva ancora ergonomia e vantaggi finanziari.