Un ragno che è stato a lungo considerato estinto è stato trovato in una base militare britannica

L'infrastruttura militare della Gran Bretagna si è rivelata inaspettatamente una sorta di riserva per molte specie rare di flora e fauna. Questa conclusione è stata ufficialmente fatta dalla Defense Infrastructure Organization, l'organizzazione governativa dell'esercito. E il motivo delle rivelazioni è stata la scoperta in una delle basi militari segrete del Regno Unito Alopecosa fabrilis, un grande ragno volpe, considerato estinto dal 1993.

Per motivi di sicurezza, la posizione del ragno non è stata rivelata, solo la regione è nota: Surrey nella parte sud-orientale dell'Inghilterra. Un insetto straordinario per molti versi è stato trovato da Mike Waite, responsabile del programma per il Surrey Wildlife Trust. In accordo con la direzione della base, ha utilizzato fotografie aeree per localizzare le aree sabbiose desertiche della zona. E poi ha organizzato pattuglie notturne per rintracciare gli abitanti locali, a seguito dei quali ha trovato il ragno volpe, che è stato visto l'ultima volta 27 anni fa.

Waite ha trovato sia femmine che maschi e alcuni individui molto giovani che sono difficili da identificare. Ciò significa che i ragni non sono affatto estinti, ma vivono attivamente e probabilmente prosperano. Ma allora perché sono scomparsi in altre parti del Paese e nell'Europa continentale, ma si sono rifugiati in una base militare? La risposta è inaspettata: i ragni e il loro habitat si sono trovati inconsapevolmente sotto la protezione dei militari.

Come ammette l'Organizzazione per le infrastrutture di difesa, controllano vasti territori che non sono stati toccati dagli esseri umani per decenni. Non ci sono attività di caccia e agricoltura, non ci sono turisti e le esercitazioni militari si svolgono al massimo più volte all'anno. Grazie a ciò, molte specie di uccelli, animali, rettili e insetti hanno la possibilità di sopravvivere qui, sebbene nel resto del Regno Unito l'attività umana abbia portato a lungo alla loro distruzione.