I biologi hanno scoperto che l'ornitorinco ha geni di uccelli, rettili e mammiferi allo stesso tempo

Scienziati dell'Università di Copenaghen (Danimarca) hanno completato il sequenziamento del genoma dell'ornitorinco, un animale unico ed endemico in Australia. Insieme alla vipera, appartiene agli ovipari, un gruppo separato di mammiferi che depongono le uova, ma allo stesso tempo nutrono i loro piccoli con il latte. Lo studio dei geni dell'ornitorinco ha finalmente permesso di spiegare questo e molti altri misteri di questa creatura estremamente insolita.

Secondo la teoria aggiornata, i mammiferi ovipari, marsupiali e placentari avevano un antenato comune 187 milioni di anni fa, dopo di che si sono divisi in tre rami, ognuno dei quali si è evoluto nella propria direzione. L'ornitorinco fu "fortunato" ad occupare una nicchia separata nella natura dell'antica Australia, all'incrocio tra acqua e terra. Pertanto, praticamente non è cambiato da allora, grazie al quale gli scienziati sono stati sorpresi di trovare nel suo genoma i geni persi in altri gruppi. Vale a dire, i geni di uccelli e rettili, nonostante il fatto che l'ornitorinco stesso sia un mammifero.

Gli uccelli moderni hanno tre geni responsabili della creazione di una massa proteica nutriente nell'uovo, che serve da cibo per i futuri pulcini. Una persona non ha affatto questi geni e l'ornitorinco ne ha solo uno. Allo stesso tempo, ha geni per la formazione della caseina, che, sebbene diversa dalla mucca o dall'uomo, ma grazie a loro, viene creato quasi lo stesso latte. Pertanto, l'ornitorinco depone le uova, ma i suoi cuccioli non hanno abbastanza cibo e devono nutrirli ulteriormente con il latte. Tuttavia, l'animale non ha i capezzoli o il loro analogo: il latte esce direttamente attraverso la pelle.

Un altro esempio di miracoli evolutivi sono i dieci cromosomi sessuali, 5X e 5Y, racchiusi in un anello. Perché una tale ridondanza, quando una coppia di XY è sufficiente per una persona, gli scienziati non possono dirlo. Anche nel genoma dell'ornitorinco mancano quattro geni responsabili della formazione dei denti, quindi ha invece un becco. E gli speroni velenosi sulle zampe posteriori sono una caratteristica del sistema immunitario che aiuta a produrre speciali proteine ​​protettive per le tossine. È interessante notare che il parente più stretto dell'ornitorinco, l'echidna, ha perso da tempo questa capacità.