Il celacanto "fossile vivente" si è rivelato un antico paradosso genetico

Lo scienziato genetico Isaac Yellan dell'Università di Toronto ha scoperto nel celacanto "fossile vivente" un numero inspiegabile e anormalmente grande di trasposoni - i cosiddetti "geni parassiti". Inizialmente, Yellan ha cercato in un database comune possibili precursori del gene umano CGGBP1, un partecipante a un'importante procedura per la regolazione genetica. Con sua sorpresa, vide un'intera serie di varietà di questo gene nel pesce celacanto, noto anche come Latimeria chalumnae o celacanto.

Per molto tempo, il celacanto è stato considerato estinto, e anche prima dell'era dei dinosauri, più di 65 milioni di anni fa, fino a quando nel 1938 fu catturato accidentalmente vicino al Sud Africa. Il confronto con i resti fossili ha mostrato che il pesce è rimasto praticamente invariato per un periodo di tempo così impressionante. Tuttavia, la moderna analisi genetica ha lasciato perplessi gli scienziati: sembra che il celacanto abbia subito un'ampia evoluzione a livello genetico.

Accade così che con il trasferimento genico orizzontale, compaiano i "trasposoni" - geni che possono saltare a diverse parti del DNA. Questo processo è caotico, a volte si trovano in un buon posto e mettono radici, rimangono lì e in altri casi si trasformano in un ostacolo. Per questo vengono paragonati ai virus. I trasposoni si trovano in molte specie di esseri viventi, ma a causa della loro natura, di solito sono in quantità molto piccole. E il celacanto ne aveva fino a 62.

Inoltre, questi geni del trasposone sono responsabili della codifica di almeno 8 importanti proteine ​​coinvolte, tra le altre cose, nella regolazione genica. Gli scienziati vedono questo come una chiave per svelare la storia di questo pesce stravagante - perché non si è estinto nel corso di decine di milioni di anni? Perché le sue pinne sono più simili a zampe? Perché è vicina ai polmoni e persino agli umani più che agli altri abitanti dei mari? Allo stesso tempo, vogliono cercare di capire quale ruolo giocano i trasposoni nell'evoluzione in generale, e nello sviluppo della nostra specie - le persone - in particolare.