HarmonyOS di Huawei sta arrivando sugli smartphone

Huawei ha annunciato lo sviluppo di una seconda versione del proprio sistema operativo HarmonyOS. Il produttore cinese prevede di ampliare notevolmente la gamma di dispositivi su cui può funzionare, in primis gli smartphone.

L'azienda ha messo a disposizione degli sviluppatori l'SDK per il suo sistema operativo, ma attualmente supporta solo smartwatch, sistemi informativi per auto e TV. La versione per smartphone dell'SDK apparirà a dicembre di quest'anno e gli stessi telefoni con HarmonyOS installato potrebbero arrivare sul mercato l'anno prossimo.

Inoltre, Huawei sta promuovendo attivamente il progetto OpenHarmony, che offre agli sviluppatori l'accesso a una versione open source del sistema operativo, proprio come fa il progetto AOSP per Android. Ad oggi, il progetto supporta solo dispositivi con 128 MB di memoria o meno, ma a partire da aprile sarà in grado di funzionare con un massimo di 4 GB di memoria. E nell'ottobre 2021, il limite di RAM sarà completamente eliminato.

Il progetto HarmonyOS è estremamente importante per Huawei in quanto consente di resistere alle sanzioni che vietano al gigante tecnologico cinese di fare affari con le aziende statunitensi. Ad esempio, Huawei è ora costretta a spedire i suoi smartphone Android senza i servizi Google, il che riduce drasticamente la funzionalità dei gadget per gli utenti al di fuori della Cina.