I maiali selvatici si evolvono e imparano a usare gli strumenti

Da diversi anni allo zoo di Parigi è in corso un esperimento spontaneo per osservare come i maiali imparano gli strumenti. Tutto è iniziato nel 2014, quando la zoologa Meredith Ruth-Bernstein ha notato una stranezza: un maiale con verruche visayane di nome Priscilla ha afferrato intenzionalmente un pezzo di corteccia e ha iniziato a scavare il terreno con esso. Questo è un animale completamente selvatico che non è mai stato addestrato e non potrebbe imparare un simile comportamento da nessuno.

La scienza moderna pone i maiali in termini di sviluppo intellettuale piuttosto elevati, come scimpanzé e cani. E per loro è abbastanza normale padroneggiare vari trucchi e comandi, a condizione che qualcuno li insegni intenzionalmente. Ma l'uso indipendente di oggetti estranei per uno scopo specifico: questa è la prima volta che gli scienziati lo osservano. Hanno istituito la sorveglianza di Priscilla e ha prodotto risultati contrastanti.

Il maiale usa la corteccia per scavare buche, circa una volta ogni sei mesi, prima che i suinetti nascano. La fossa è poco profonda, è coperta di foglie e diventa una tana. Gli altri maiali adulti nel recinto non lo fecero, ma nel secondo anno anche alcuni dei bambini adulti di Priscilla iniziarono a raccogliere bastoni e ad abbaiare per scavare buche. La cosa più interessante è che questo non dava loro alcun vantaggio rispetto all'uso dei propri zoccoli: perché i maiali lo facevano?

Gli scienziati hanno inscenato provocazioni ai maiali, nascosto bastoni e ne hanno messi al posto altri, storti e scomodi. Hanno anche lasciato piccole pagaie nel recinto per i maiali. Ma li ignorarono, c'erano solo due tentativi di scavare con una pala, dopodiché gli animali tornarono ai loro bastoni preferiti. Continua l'osservazione di questa evoluzione spontanea delle cavie.